Vai alla barra degli strumenti
Editoria per ragazzi,  News

BolognaRagazzi Award: tutti i vincitori dei premi della BCBF

Si è conclusa ieri, giovedì 7 maggio, la Bologna Children’s Book Fair Online Special Edition, dopo quattro giorni di eventi speciali, tavole rotonde, incontri, laboratori, mostre virtuali e premiazioni. Tra i tanti premi, nel corso delle giornate di fiera, diverse giurie di esperti hanno assegnato otto BolognaRagazzi Award-BRAW, riconoscimenti che da più di cinquant’anni sostengono artisti provenienti da tutto il mondo. Presentiamo qui tutti i vincitori dell’edizione di quest’anno.

Fiction, Non Fiction e Opera Prima

Il premio Fiction 2020 va all’albo illustrato Meine Liebsten Dinge Müssen Mit, scritto dall’autrice iraniana Sepideh Sarihi e illustrato dalla tedesca Julie Völk (e uscito per Beltz & Gelberg nel 2018).
Questa piccola meraviglia esplora i temi del viaggio, della migrazione, del cambiamento e della perdita: con una suggestione autobiografica, infatti, la piccola protagonista vive l’avventura di scegliere gli oggetti da portare con sé in un viaggio verso una nuova vita. I disegni a grafite, sofisticati e ricchi di dettagli, si amalgamano alla perfezione con una narrazione poetica, commovente e introspettiva.

Invece, per la categoria Non Fiction 2020 del BolognaRagazzi Award si premia la collaborazione di una scrittrice francese, Irène Cohen-Janca, e un’illustratrice italiana, Claudia Palmarucci, in un libro raffinatissimo pubblicato per Orecchio Acerbo nel 2019: Marie Curie. Nel Paese della scienza, una biografia approfondita dal punto di vista scientifico e informativo senza mai risultare didascalica.
Oltre alla valenza divulgativa è degno di nota anche il lavoro dell’illustratrice: un’appendice ricca di note testimonia il lavoro di ricerca artistica durato due anni. Un ulteriore valore aggiunto deriva infatti dalla confezione editoriale, curata in ogni dettaglio.

Vincitrice del premio Opera Prima è l’olandese Puck Koper con Where is Your Sister?, uscito per la casa editrice britannica Two Hoots nel 2019. Illustrazioni dai colori forti e vivaci, ispirate al maestro Quentin Blake, creano tavole “affollate” di dettagli, che si avvicendano in una narrazione esilarante e imprevedibile che, pur nella sua gioiosità, riflette il tema della paura di perdersi.

New Horizon e Cinema

Nato nel 2015 per incoraggiare illustratori o autori che si distinguono per un lavoro di ricerca e innovazione, il premio New Horizons va quest’anno a Lullaby for Grandmother. Un libro singolare per diversi aspetti, editoriali e stilistici. Nasce dalla collaudata collaborazione tra una casa editrice della Corea del Sud (Bir Publishing) e l’autrice e illustratrice polacca Iwona Chmielewska, e ricostruisce la storia di una nonna, ripercorrendo le strade della sua infanzia, attraverso un linguaggio atipico. Non solo l’incontro di testo e immagini, la narrazione si serve anche di materiali, stoffe ricamate, merletti, direttamente dal baule dei ricordi della nonna protagonista. Ne deriva un racconto delicato e commovente, una sorta di poesia visiva.

La categoria speciale dell’edizione 2020 del BolognaRagazzi Award è “Cinema”: si premia Mvsevm, albo illustrato senza parole. Nato da un soggetto di Javier Sáez Castán e illustrato da Manuel Marsol, il libro è stato pubblicato nel 2019 da tre editori: Fulgencio Pimentel, Orfeu Negro, Orecchio Acerbo; quindi, rispettivamente, Spagna, Portogallo, Italia. Le tavole si susseguono in una sequenza dal taglio cinematografico che si articola su molteplici livelli di lettura. I sapienti richiami alla storia dell’arte arricchiscono ulteriormente il progetto, scandendo il percorso del lettore con maestria ed equilibrio in un costante rimando ai colori e alle composizioni di Hopper, Magritte e O’Keefe.

Comics – Early Reader

Il 2020 segna la nascita della sezione Comics dei BolognaRagazzi Award, divisa per fasce d’età. Così, nella categoria Early Reader si aggiudica il premio Written and drawn by Henrietta, di Ricardo Liniers (Toon Books, Stati Uniti 2015). La protagonista è una bambina che dà libero sfogo alla fantasia disegnando le avventure di un mostro a tre teste. Questo libro unisce a una rappresentazione autentica e realistica dell’infanzia il nonsense fantastico delle illustrazioni, che emulano i coloratissimi scarabocchi dei bambini. Il formato dell’opera ne decreta inoltre il successo: l’immediatezza del disegno, innestato su una struttura narrativa, è indispensabile per catalizzare l’attenzione del piccolo lettore.

Comics – Middle Grade

In una categoria che pullula di autori francesi, la Middle Grade, la vittoria viene assegnata a Imbattable. Justice et légumes frais del belga Pascal Jousselin (Dupuis, Belgio 2017). Il superpotere del protagonista consiste nel saper riconoscere e decifrare il linguaggio visivo dei fumetti. Ciò gli consente di muoversi all’interno delle comic strips e di sconfiggere il proprio nemico, rendendolo un metalibro unico nel suo genere, un fumetto sui fumetti. Ispirata (per stessa ammissione dell’autore) a Peyo, l’opera è una raccolta di bande dessinée già al suo terzo volume, con un quarto pronto in cantiere.

Comics – Young Adult

L’opera più interessante della sezione comics dei BRAW è senza dubbio The short elegy di Animo Chen (Locus Publishing, Taiwan 2019), vincitrice all’unanimità della categoria Young Adult.

Il libro vede svilupparsi varie storie che hanno come tema unico e ricorrente il lutto e la perdita, in un libro quasi sprovvisto di dialoghi. L’autore, con il suo tratto vivido ma delicato, lascia che siano le illustrazioni a parlare creando un ponte tra l’opera e il lettore. Questo il commento della giuria: «Assegnando il premio a Animo, i giudici auspicano che questo libro e, in generale, il fumetto di Taiwan […] troveranno un pubblico nuovo e più ampio».

Oltre alle opere qui citate, ci sentiamo inoltre di rimandarvi sul sito ufficiale della BCBF per scoprire, per ogni categoria dei BolognaRagazzi Award, le ‘menzioni speciali’ che accompagnano i vincitori, selezionate fra quasi 1900 libri.

Chiara Casaburi e Valeria Celiberti