Vai alla barra degli strumenti
News

La testimonianza delle case editrici al tempo del coronavirus

Il problema

In questo frangente di emergenza epidemiologica, anche l’editoria sta soffrendo un momento di crisi acuta. Grazie alle testimonianze preziose presenti in questo articolo, conosciamo il “dietro le quinte” di case editrici come Topipittori, edizioni e/o, Marcos y Marcos, Touring Club, Vita e Pensiero, edizioni nottetempo e orecchio acerbo, e il loro continuo lavoro di dedizione, impegno e costanza per cercare di alimentare quel bisogno culturale di cui tutti abbiamo bisogno. I libri che erano in uscita nel mese di marzo, sono bloccati nel magazzino. Tutto è fermo: i festival e le fiere, le pubblicazioni, gli incontri con gli autori e gli eventi culturali. Solo quando l’emergenza sarà passata, si potrà pensare di nuovo alle date.

Sono cambiate probabilmente anche le abitudini degli italiani. “Siamo preoccupati per il calo delle vendite e questo è un danno economico evidente. In compenso la lettura si sta dimostrando un’attività capace di resistere a cambiamenti epocali”(edizioni e/o). È vero anche che chi “legge ha tanti libri in casa, molti dei quali non ancora letti” (topipittori), proviamo dunque a sbirciare nella nostra libreria, rimarremo forse stupiti di quello che possiamo trovare.

Linfa e pace, due elementi importanti

Ciò che manca è la linfa vitale di scambio costituita da gesti di condivisione e di confronto e la pace necessaria. Anche i lettori forti dicono di non riuscire a leggere in questo periodo. “Il clima d’incertezza e di ansia non favorisce la concentrazione, l’abbandono in un’attività che un po’ ti porta fuori dalla realtà. Il libro serve proprio a creare dentro di sé una pausa, una specie di rifugio dove fermarci a riflettere oppure a sognare. Se il mondo è fermo, un pericolo avanza misterioso e forse è più difficile prendersi questo spazio. Ma dobbiamo provarci, è comunque benefico per la nostra salute, mentale e non solo” (Marcos y Marcos).

In una situazione così però ci si adatta a tutto, anche al libro digitale e gli italiani lo scoprono per la prima volta o lo riscoprono” (Touring Club). È vero anche che oggi la contrapposizione lettore ebook vs lettore libro cartaceo è debole. “Semmai è il digitale nella sua complessità che può distogliere il lettore dal libro; il problema non è l’ebook ma la lettura online in generale che, come spiega Maryanne Wolf nel suo libro Lettore, vieni a casa, sta cambiando i nostri circuiti neuronali e quindi, in generale, il nostro grado di attenzione. Spero che la reclusione forzata non ci trattenga solo sullo schermo dei nostri pc o cellulari, perché la sfida vera è passare da una lettura skimming a una lettura profonda, propria dei libri cartacei” (Vita e pensiero).

 Si continua a navigare a vista

L’editoria e la cultura non mollano. Attraverso i canali online, i social e le newsletter, che sono diventati ormai di fondamentale importanza, si cerca di mantenere attivo il contatto diretto e il dialogo con la propria comunità di lettori. È importante “parlare con gli adulti (genitori, insegnanti, bibliotecari, librai) che si pongono come mediatori fra il bambino e il libro” (topipittori), vengono perciò proposte letture ad alta voce, incontri virtuali con gli autori e laboratori.

Anche l’editoria turistica subisce un grave colpo. Ma non demorde e per esempio il Touring Club Italiano decide di attivare una promozione sia per il catalogo junior sia per le famose Guide Verdi. “Un giorno torneremo a viaggiare” (Touring Club).

Gli editori si sono attivati anche offrendo gratuitamente o a prezzi scontati ebook presenti nel proprio catalogo. I titoli in questione riflettono la condizione che si sta vivendo. Inoltre Vita e pensiero ha creato una pagina intitolata “Leggere a tutti i costi” dove si trovano contenuti digitali.

La casa editrice Nottetempo, così come tante altre, aderisce ad un’iniziativa di NW Comunicazione e marketing editoriale che solleva le librerie dai costi di spedizione a domicilio dei libri. Non dimentichiamo anche l’ormai virale #ioleggoacasa: un progetto di Bookrepublic che propone tanti titoli a prezzo ridotto durante la quarantena. È un tempo però in cui non bisogna abbassare la guardia, mollare la presa e in cui si naviga a vista. Si continua a lavorare ai prossimi libri, compresi quelli la cui uscita è prevista nel 2021 (orecchioacerbo).

 

Consigli di lettura da parte degli editori

Come non concludere con alcuni bei consigli di lettura? Ecco che cosa ci propongono gli editori:

  • Touring Club Italiano: Raccontare il viaggio. 30 lezioni dalla scrittura all’immagine.
  • edizioni e/o: Matt Haig, Vita su un pianeta nervoso.
  • Marcos y Marcos: La Gang del pensiero, in cui si ride tantissimo, pieno di spunti e riflessioni geniali sulla vita, la filosofia e la morte.
  • Vita e pensiero: La resistenza intima, che ci spiega la “metafisica della casa”.
    Il profumo del tempo, che ha come sottotitolo L’arte di indugiare sulle cose, adattissimo quindi a questo periodo. Infine Il piccolo libro delle grandi domande, per lasciarsi interrogare con gusto e sapienza sulla vita. Mentre, per gli amanti della poesia, in questo link troverete una playlist con un reading di poesie online, con poeti come Guido Oldani e Valerio Magrelli.
  • Edizioni nottetempo: Pietra nera e Nina dei lupi, che raccontano di un mondo post-catastrofico in cui la natura selvaggia ha un ruolo fondamentale. Mrs. Caliban, una storia gustosa e divertente, capace di far riflettere su quanto le cose più inaspettate possono raggiungerci anche dentro casa. La caduta del cielo si è dimostrata subito piena di suggestioni e all’avanguardia nel tentare di delineare nuovi modelli di convivenza all’interno del nostro ecosistema.

 

 

Caterina Ceriani