tob robinson
News,  Top of the Books

Luì e Sofì subito in testa – Top of the Books

Dieci libri, di cui due novità e tre rientri in classifica. Scendono i giallisti ma ancora resistono.

Non c’è posto in nessuna classifica (neanche in quella di Amazon) per il libro più discusso della settimana edito da Altaforte Io sono Matteo Salvini. Intervista allo specchio. Sembra che il richiamo mediatico, le polemiche e le proteste dell’editore, alla fine dei conti, siano servite a ben poco. Un buon segnale per la cultura antifascista.

Luì e Sofì

Al primo posto troviamo un libro per bambini, da categorizzare come “varia” edito da Mondadori Electa. Si tratta di Entra nel mondo di Luì e Sofì, due youtuber da tre milioni di follower che raccontano la loro infanzia e le loro esperienze. All’interno il rapporto con il lettore bambino è costruito sull’interazione, sono presenti infatti varie pagine dove colorare e disegnare. Luì e Sofì, conosciuti sul web come “Me contro te”, sono gli autori, coppia sullo schermo e nella vita, tra canzoni e video hanno raggiunto il successo tra quei bambini che già sotto i dieci anni navigano in internet. I due approderanno in televisione su Disney Channel a partire dal 20 maggio con una trasmissione dove squadre di adolescenti si sfideranno in vari giochi per conquistare il titolo di Best Challenger.

In seconda posizione è stabile Camilla Läckberg che con La gabbia dorata può contare su un pubblico fedele e affezionato e su una strategia di promozione buona, che l’ha vista presente al Salone del Libro di Torino e a Milano. Risale la classifica l’autrice di 50 Sfumature, che con The mister è già al terzo posto. Sulla copertina titolo e autrice colpiscono con un carattere semplice a bastoni e un rosa shocking che quasi disturba, l’atmosfera romantica è ricercata nel fiume che fa da sfondo, e in questi rami rigogliosi che scendono incorniciando il titolo. Nel taglio inferiore il cartello “Chelsea Embankment, SW” lascia intuire che l’incontro dei due amanti avverrà sulle sponde del Tamigi, un’ulteriore scritta che appesantisce questa copertina.

Anna Todd scivola al quarto posto con la sua edizione speciale di After, la segue Camilleri con Km 123. Anche Carofiglio con La versione di Fenoglio scende di qualche posizione toccando il sesto posto, il tutto però dopo sessanta settimane di permanenza, che non è poco.

«Non esistono cicatrici che non possono essere rimarginate» È questo il messaggio che vuole lanciare Marzia Sicignano con il suo secondo romanzo Aria. Come nel caso dell’esordio Io, te e il mare, anche questa volta l’autrice alterna poesia e prosa, dove i versi si fanno interpreti dell’infanzia dei due protagonisti Guido e Silvia, entrambi affaticati dal passato hanno bisogno di aria nuova per ricominciare a respirare. Non è un caso che la poesia ricopra un ruolo centrale, l’autrice ha infatti iniziato la sua carriera pubblicando versi su Instagram, dai quali poi è nato il suo primo libro.

Rientra in classifica Rumiz con Il filo infinto, libro frutto di viaggi e ricerche sui monaci benedettini. Dopo aver visitato Norcia, distrutta dal terremoto, Rumiz inizia a ragionare sull’Europa il cui protettore è proprio san Benedetto. Seguendo le tracce dei monaci dell’ora et labora, ripercorre le abbazie dall’Atlantico al Danubio riflettendo su cosa resta di cristiano in un mondo invaso dal materialismo, dove inclusione e solidarietà sembrano essere stati dimenticati.

Di seguito il video della presentazione dell’autore a Norcia: https://www.youtube.com/watch?v=iX-hd-mAR1o

In fondo alla classifica troviamo due autrici assai diverse. Al nono posto ancora Anna Todd con Un cuore in mille pezzi. After e in ultima posizione la new entry Mi salvo da sola di Rita della Chiesa pubblicato da Mondadori. Dalla morte del padre, al matrimonio, l’autrice ripercorre le tappe della propria vita affascinando quella fetta di pubblico che la segue anche in televisione.

Un’ultima cosa prima di concludere. Il Salone del Libro di quest’anno ha visto protagonisti moltissimi autori, saggisti e romanzieri capaci di scrivere e di fare letteratura. Ma soprattutto, passeggiando tra gli stand, era impossibile non notare la quantità di ragazzi che compravano libri di ogni genere, dai classici ai fumetti. Forse non saranno la maggioranza, i loro autori preferiti non compariranno mai in classifica… o magari invece sì, li vedremo svettare ai primi posti, distanziare i Mr Grey e gli youtubers.

«L’arte di narrare volge al tramonto perché vien meno il lato epico della verità, la saggezza» scriveva Benjamin ne Il narratore, ma noi non vogliamo ancora dargli ragione.

Classifica di “Robinson”:

1 – Me contro te, Entra nel mondo di Luì e Sofì

2 – Camilla Läckberg, La gabbia dorata

3 – James, The mister

4 – Anna Todd, After

5 – Andrea Camilleri, Km 123

6 – Enrico Carofiglio, La versione di Fenoglio

7 – Marzia Scignano, Aria

8 – Paolo Rumiz, Il filo infinito

9 – Anna Todd, Un cuore in mille pezzi. After

10 – Rita Dalla Chiesa, Mi salvo da sola

Nel caso vi foste persi la puntata precedente, eccola qui: http://www.mastereditoria.it/ilblog/saggi-tutti-romanzi-pochi/

Eleonora Bitti

Vai alla barra degli strumenti