News

Non solo editori e autori: Piergiorgio Nicolazzini e la figura dell’agente letterario

di Francesco Zamboni

nicolazzini2Sabato 5 marzo 2016 Piergiorgio Nicolazzini ci ha raggiunti per spiegare chi è e di che cosa si occupa un agente letterario, figura oggi più che mai importante nel mondo dell’editoria.

Nicolazzini è il fondatore della PNLA (Piergiorgio Nicolazzini Literary Agency), agenzia letteraria nata nel 1999, che riveste oggi un ruolo centrale nell’ambito della rappresentanza sul mercato nazionale di autori italiani e stranieri.

L’agente letterario, affiancando l’autore, ne segue passo dopo passo l’iter editoriale, dalla presa in carico della ricerca di un potenziale editore, alla trattativa per la stesura del contratto di edizione, con la ricerca della massima tutela nei confronti del suo assistito sia per quanto riguarda la durata del contratto, sia per la negoziazione dei compensi e la gestione dei diritti secondari.

A fronte del grande numero di autori affermati che si avvalgono di consulenze di questo tipo, l’agente letterario può rappresentare una risorsa importante anche per un autore esordiente, soprattutto in un panorama editoriale sempre più caotico come quello odierno, dove il numero delle pubblicazioni aumenta a dismisura a dispetto di quello di lettori, che invece decresce in modo preoccupante. Un’agenzia letteraria seria e dotata di una solida reputazione può costituire infatti un canale privilegiato per far giungere i manoscritti di un autore esordiente sulle scrivanie degli editor: è evidente come un testo suggerito da un affermato agente letterario riceverà dall’editore un’attenzione ben maggiore rispetto a uno inviato dallo scrittore stesso, magari sconosciuto ai più.

Il gioco delle parti tra editore, agente letterario e scrittore non può comunque prescindere da un presupposto minimo: la fiducia e l’affidabilità reciproca. L’editore si aspetta dall’agente letterario che questi giunga da lui con proposte che ben si sposino con la linea editoriale della sua casa, pena la perdita di credibilità dell’agente. Proprio per questo motivo, un’agenzia letteraria affidabile opererà un’attenta selezione degli autori che andrà a rappresentare.

Il manoscritto, insomma, per giungere sotto l’occhio attento dell’editor, deve prima passare la più che naturale selezione dell’agente letterario. Definite le modalità di collaborazione e la giusta strategia operativa, ha inizio la ricerca di un editore interessato alla pubblicazione. Una volta trovato quest’ultimo, l’autore alle prime armi potrà contare su una figura esperta che lo affiancherà nella fase di contrattazione con la casa editrice e che ne seguirà, passo dopo passo, il percorso nel mondo dell’editoria.

Fonte foto: http://www.premioletterariorosa.it/wp-content/uploads/2015/02/Piergiorgio_Nicolazzini.jpg

Vai alla barra degli strumenti