Vai alla barra degli strumenti
premio strega ragazze
Editoria per ragazzi,  News

Premio Strega Ragazze e Ragazzi: l’annuncio dei vincitori alla BCBF

Nonostante la mancanza di fiori, fotografie, abbracci e cioccolatini, la Bologna Children’s Book Fair è stata in grado di rendere emozionante un evento attesissimo: l’assegnazione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi, che si è svolta il sei maggio in uno studio vuoto, senza autori e senza pubblico, ma con grande entusiasmo e viva partecipazione. L’incontro è stato realizzato in collaborazione con “Repubblica”, negli studi di Gedi Visual, con ospiti, giuria e scrittori collegati via Skype. Il giornalista di “Repubblica” Angelo Melone e la scrittrice e conduttrice radiofonica Loredana Lipperini – madrina del premio sin dalla prima edizione – hanno condotto la finale in un clima di calore e gioia, ricordando in apertura Gianni Rodari nel centenario della sua nascita.

Prima di svelarvi i vincitori dell’edizione 2020, vi racconto la storia di questo originalissimo premio.

Premio Strega Ragazze e Ragazzi: la storia

Il Premio Strega Ragazze e Ragazzi è nato nel 2016, in occasione della settantesima edizione del Premio Strega, su iniziativa di Tullio De Mauro, l’eminente linguista allora presidente della Fondazione Bellonci. Lo scopo, ha affermato De Mauro, era (ed è!) quello di contribuire «al radicamento dell’abitudine alla lettura fin dall’infanzia e dall’adolescenza, indispensabile affinché la passione per i libri possa crescere e durare. Alle alunne e agli alunni di scuole elementari e medie in tutto il Paese offre l’occasione di leggere, confrontare e valutare libri scritti proprio per loro».

Il premio è destinato ai libri di narrativa per ragazzi pubblicati in Italia, anche in traduzione, tra il primo luglio dell’anno precedente e il 30 giugno dell’anno in corso. Le categorie in gara sono due: la prima comprende i libri per lettrici e lettori dai 6 ai 10 anni (categoria 6+), la seconda i libri per lettrici e lettori dagli 11 ai 15 anni (categoria 11+). Fra i titoli presentati dagli editori si selezionano quelli che andranno a formare le due cinquine finaliste, un compito spettante a un Comitato scientifico coordinato dal Presidente della Fondazione Bellonci (attualmente Giovanni Solimine) e composto da operatori culturali e studiosi di editoria e letteratura per l’infanzia. I libri prescelti vengono successivamente inviati in lettura a una giuria di studenti fra i 6 e i 15 anni d’età appartenenti a scuole, gruppi di lettura, biblioteche e istituti scolastici in Italia e all’estero; il loro voto decreta i due vincitori delle categorie.

Il premio è promosso dalla Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e da Strega Alberti Benevento, in collaborazione con il Centro per il libro e la lettura e la Bologna Children’s Book Fair.

Cronaca dell’edizione 2020

Pur essendosi svolta in remoto per buona parte del tempo, l’edizione 2020 del Premio Strega Ragazze e Ragazzi non ha registrato nessun calo di partecipazione da parte delle scuole, come ha osservato Giovanni Solimine, collegato via Skype. Questa è una prova di come la scuola possa fare moltissimo per incoraggiare l’amore per la lettura nei giovani, anche e soprattutto in questo difficile momento di emergenza sanitaria.

La percentuale di votanti è rimasta alta anche per l’importanza sempre maggiore che questo premio sta assumendo: Romano Montroni, Presidente del Centro per il libro e la lettura, ha rilevato che si tratta di uno dei premi tenuto più in considerazione da parte dei ragazzi – un significativo messaggio di speranza per il futuro: il pubblico dei giovani lettori non diminuisce e guarda con crescente interesse al mercato librario.

Ma veniamo ora agli attesissimi annunci dei vincitori.

Angelo Piero Cappello, Direttore del Centro per il libro e la lettura, presenta il vincitore della categoria 6+:

Marta Palazzesi, autrice di Nebbia, edito da Il Castoro e votato da 17 scuole su 48.

È una storia di amicizia e libertà, ambientata nella Londra di fine Ottocento. Cappello ne sottolinea i pregi: la lingua semplice e mai banale e il meccanismo narrativo che riesce a coinvolgere i più piccoli, senza confonderli e annoiarli.

Il vincitore della categoria 11+ è annunciato da un altro ospite importante, Giuseppe D’Avino, Presidente di Strega Alberti. Si tratta di

Lynda Mullaly Hunt, autrice di Una per i Murphy, edito da Uovonero.

Lynda – prontamente tradotta da Sante Bandirali, che è anche il traduttore del libro – racconta di aver apprezzato molto la grafica della copertina italiana del volume e spera che la sua storia possa essere di ispirazione per tutti i ragazzi che l’hanno letta e la leggeranno.

Infine, anche quest’anno la cerimonia del Premio Strega Ragazze e Ragazzi è stata occasione per un’altra importante premiazione, quella del progetto di BPER BancaLa Banca che sa leggere”, che ha come scopo ultimo quello di promuovere la lettura e considerarla come un “bene sociale”, oltre che un’opportunità di sviluppo economico non indifferente. Una targa e un premio in denaro del valore di 1000 euro, destinato all’acquisto di attrezzature scolastiche, sono stati assegnati all’IC “Carano Mazzini” di Gioia del Colle (Bari) per la migliore attività di lettura (categoria 6+), documentata da un delizioso video in cui sono stati mostrati anche i numerosi disegni e le tante iniziative dei bambini “giurati” delle classi partecipanti al progetto. Lorenzo Marcis, studente del Liceo Scientifico “Pacinotti” (Cagliari) si è invece aggiudicato il premio per la migliore recensione di un libro finalista (categoria 11+), del valore di 500 euro. Portavoce della Banca è stato Eugenio Tangerini, Direttore Relazioni Esterne.

Ancora una volta, a distanza e in un periodo difficile, la lettura ha unito i cuori e le persone.

E voi restate sintonizzati! Continueremo a fare del nostro meglio per raccontarvi dei libri e della loro magia!

Per ulteriori informazioni sull’edizione 2020 del Premio Strega Ragazze e Ragazzi, consultare il sito https://www.premiostrega.it/PSR/.

Giulia Lombardo