Santoni Strega
Edizioni Santa Caterina

Santoni allo Strega: mondi a confronto – Visto si premi

Santoni

“Ma cosa c’è di speciale nella candidatura allo Strega di La stanza profonda e del suo arrivo tra i migliori dodici? Cosa rende il caso di Vanni Santoni e Laterza al maggior premio letterario d’Italia un “caso particolare”?
La risposta sta nel contenuto del libro, nell’argomento e nel coraggio di averlo portato allo Strega. Quello dei giochi da tavolo e di ruolo è un ramo dell’editoria spesso ignorato o sconosciuto da chi non opera al suo interno. Vanni Santoni stesso afferma che essere riuscito ad arrivare allo Strega con La stanza profonda è stato «un bel risultato, perché io stesso sono cresciuto tra i pregiudizi che spesso venivano riservati al mondo dei gioco di ruolo».”

Questo saggio nasce dall’esigenza di fare luce su un ramo dell’editoria poco considerato quando si parla di mercato editoriale: quello relativo ai giochi di ruolo. Vanni Santoni ha funto da perfetto ponte fra questi due mondi, portandoli all’attenzione del pubblico e della critica con il suo La stanza profonda, edito da Laterza, che esordisce allo Strega proprio con quest’opera.
In questo saggio c’è anche spazio per le parole di Andrea Lucca, uno degli esponenti più importanti in Italia nell’ambito dei giochi di ruolo, che segue la voce di Santoni parlando della crescita di questo mercato e dei premi che lo riguardano.

E parlare di premi non è mai stato così intrigante.

Stefano Franchini

La puntata precedente: Campiello, il premio dei lettori ai lettori – Visto si premi

Commenti disabilitati su Santoni allo Strega: mondi a confronto – Visto si premi
Vai alla barra degli strumenti