tob robinson
Top of the Books

Umanità e sentimenti – Top of the Books

riley classifica camilleri

Al primo posto della classifica di questa settimana ritroviamo Andrea Camilleri che con Il cuoco dell’Alcyon vende tre volte tanto rispetto al romanzo in seconda posizione. Tanti i messaggi di affetto che in questi giorni hanno affollato il web e i giornali da parte di lettori, scrittori e volti della televisione: improvvisamente l’idea di perdere Andrea Camilleri spaventa l’Italia intera. Oggi ci si rende conto che Andrea Camilleri non è solo regista, scrittore e intellettuale, ma è soprattutto un punto di riferimento culturale, un uomo coraggioso e fiero delle proprie idee, anche politiche. Camilleri non ha mai avuto paura di morire, sperava di andarsene sul palco dopo un ultimo “cunto”, mentre passeggiava tra il pubblico con la coppola in mano, come un cieco indovino dell’antichità. Di una cosa però è impossibile dubitare, qualsiasi sorpresa abbia in serbo il futuro per Andrea Camilleri, il dono più grande il maestro ce lo ha già fatto: le sue parole. Perché un pensiero che si fa letteratura diventa immortale, e con lui il suo autore.

In seconda posizione ritorna Lucinda Riley con La stanza delle farfalle, ultimo romanzo rosa dell’autrice irlandese di best seller, anche questa volta costruito sull’alternanza di passato e presente. Al centro della narrazione troviamo la protagonista Posy che all’alba dei settanta ritrova il suo grande amore scomparso nel nulla cinquant’anni prima, quindi quando avevano appena vent’anni. Ed io che credevo che i grandi amori fossero quelli che durano una vita intera, che sopravvivono alle delusioni, alle preoccupazioni per i figli, ai letti di ospedale… per l’autrice sembra non sia lo stesso, perché Freddie è tornato e Posy ne resta folgorata, a voi il piacere di scoprire come va a finire.

Slittano al terzo e al quarto posto Stefania Auci e i Me contro di te, seguiti dal nuovo thriller esoterico di Gleen Cooper Il sigillo del cielo edito da Nord. Una copertina criptica e misteriosa, che richiama alla mente i romanzi di Dan Brown, lascia intuire una trama ricca di segreti, storie intrecciate e oggetti sacri da proteggere. Cal Donovan è di nuovo il protagonista del romanzo di Cooper, ma questa volta dovrà vedersela con il suo passato in una corsa contro il tempo per salvare la Terra.

Al settimo posto entra in classifica Nicolò Govoni con Se fosse tuo figlio, pubblicato da Rizzoli. L’autore racconta l’incontro con un bambino siriano di nome Hammudi che vive nel campo profughi dell’isola greca Samos. Quella di Hammudi è una storia vera: la fuga dalla guerra e poi l’inferno tra l’immondizia del campo, da qui la necessità di imparare a fidarsi di nuovo delle persone. Govoni ci racconta la sua esperienza come volontario e cofondatore della ong “Still I Rise”, che nel 2018 ha inaugurato una scuola, una speranza per gli oltre mille minori che vivono in una struttura progettata per seicento persone. Nicolò Govoni denuncia le ingiustizie del campo di Samos che lo hanno portato a proseguire per vie legali contro le autorità dell’hotspot, ma soprattutto fa riflettere sull’importanza di restare umani accorgendosi di quello che accade oltre il proprio giardino. Oggi più che mai, ne abbiamo bisogno.

Classifica di “Robinson”:

1 – Andrea Camilleri, Il cuoco dell’Alcyon
2 – Lucinda Riley, La stanza delle farfalle
3 – Stefania Auci, I leoni di Sicilia
4 – Me contro te, Entra nel mondo di Luì e Sofì
5 – Glenn Cooper, Il sigillo del cielo
6 – Gianrico Carofiglio, La versione di Fenoglio
7 – Nicolò Govoni, Se fosse tuo figlio
8 – Concita De Gregorio, Nella notte
9 – Ilaria Tuti, Ninfa dormiente
10 – Jeff Kinnedy, Diario di un amico fantastico

Eleonora Bitti

Nell’ultima puntata: http://www.mastereditoria.it/ilblog/mare-blu-in-copertina-camilleri-marone-top-of-the-books/

Commenti disabilitati su Umanità e sentimenti – Top of the Books
Vai alla barra degli strumenti