tob robinson
Top of the Books

Saggi per tutti, romanzi per pochi – Top of the Books

Una classifica un po’ ripetitiva, spenta e con un tasso di vendite molto basso accoglie la settimana del Salone del Libro di Torino. Gli editori sono in allarme anche per il taglio di 100 milioni di euro al “Bonus cultura” dedicato ai diciottenni che, secondo i dati del 2017 rilevati dal MiBACT (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo), hanno speso l’80% del totale in libri, ovvero circa 160 milioni di euro: un’entrata importante per l’editoria.

Come accennato purtroppo questa settimana di libri se ne sono comprati proprio pochi: in classifica da sei settimane, After di Anna Todd guida la top ten con solo 6 500 copie vendute, quando solitamente il primo titolo vende circa 13 000 copie. Forse gli interessati hanno preferito pagare il biglietto del cinema, accontentandosi del film diretto da Jenny Gage.

classifica svedese

Le prime cinque posizioni della classifica rimangono invariate rispetto alla settimana scorsa; troviamo, infatti, i giallisti Camilleri e Carofiglio, quest’ultimo in classifica da oltre due mesi. Tiene la seconda posizione Camilla Läckberg, la regina del giallo svedese, che mette in pausa la serie intramontabile dell’ispettore Hedström e della scrittrice Erica Falck passando al noir con La gabbia dorata, pubblicato da Marsilio nella collana Farfalle. Come nel precedente romanzo Donne che non perdonano, l’autrice racconta di personaggi femminili traditi, umiliati che decidono di cambiare il proprio destino. Ambientato a Stoccolma, La gabbia dorata denuncia una società dove gli uomini sono sposati con il denaro e le donne relegate alla posizione di mogli silenziose, costrette a sopportare i tradimenti per il bene dei figli. Dal punto di vista della protagonista Faye, fragile e dal passato tormentato, con uno stile scorrevole e lineare Camilla Läckberg esorta tutte le donne vittime di violenze o ingiustizie a reagire: nel romanzo l’unica scelta possibile è la vendetta, nella realtà non è altrettanto auspicabile.

Al quinto e al sesto posto della classifica troviamo libri di puro intrattenimento e privi di forti messaggi sociali, che stridono a confronto con La nostra casa è in fiamme, il saggio della giovane e intraprendente Greta Thunberg, scritto insieme alla sua famiglia e pubblicato da Mondadori in “Strade Blu”. Paladina del cambiamento climatico, Greta è riuscita nella grande impresa di farsi ascoltare, diventare un personaggio pubblico capace di ispirare i giovani, tanto da scendere in piazza per il primo sciopero mondiale a difesa del clima il 15 marzo. Il messaggio di Greta alla conferenza dell’Onu sul cambiamento climatico dello scorso dicembre è molto semplice: «[…] non mi importa risultare impopolare, mi importa della giustizia climatica e di un pianeta vivibile. La civiltà viene sacrificata per dare la possibilità a una piccola cerchia di persone di continuare a fare profitti». In La nostra casa è in fiamme la famiglia Thunberg racconta la propria storia, denunciando ancora una volta l’urgenza di intervenire per salvare il pianeta.

A questo link trovate l’intervento completo di Greta alla conferenza delle nazioni unite: https://www.youtube.com/watch?v=oDZWpmYj38U

In fondo alla classifica The mister di Erika Leonard che scrive sotto lo pseudonimo di E.L. James, diventata famosa grazie alla trilogia e ai sequel di Cinquanta Sfumature. Con l’ultimo romanzo cambia il titolo, ma non il contenuto. Più curiosa invece, la presenza di un saggio scorrevole e divulgativo di Francesco Filippi, dall’ironico titolo Mussolini ha fatto anche cose buone pubblicato da Bollati Boringhieri. Un’arma di difesa dal luogo comune, dai nostalgici che difendono, urlando, quel buio periodo del Novecento: una breve lezione di storia per tutti. All’ignoranza e alla stupidità si risponde ancora una volta con la cultura.

Classifica di “Robinson”:

1 – Anna Todd, After

2 – Camilla Läckberg, La gabbia dorata

3 – Andrea Camilleri, Km 123

4 – Gianrico Carofiglio, La versione di Fenoglio

5 – Lippincott, Daughtry, Iaconis, A un metro da te

6 – Marta Losito, #Nonostante

7 – Thunberg, Emann, La nostra casa è in fiamme

8 – E.L. James, The mister

9 – Anna Todd, Come mondi lontani. After

10 – Francesco Filippi, Mussolini ha fatto anche cose buone

Nel caso vi foste persi l’ultima puntata con Top of the Books: http://www.mastereditoria.it/ilblog/generazioni-a-confronto-top-of-the-books/

Eleonora Bitti

Vai alla barra degli strumenti