News,  Recensioni

La natura, istruzioni per l’uso

 

Guido Quarzo
Una strana collezione
illustrazioni di Anna Laura Cantone
Collana: Le rane
Interlinea, 2016
p. 40, 8 €
Età consigliata: dai 7 anni in avanti

«La raccolta di Alex è piuttosto particolare e ingombrante. Non si tratta di figurine o di francobolli o di vecchie cartoline: oggetti che occupano uno spazio relativamente ridotto.
Alex colleziona foglie, sassi e conchiglie. E non sono tre collezioni separate: sono un’unica raccolta, perché le conchiglie devono andare d’accordo con i sassi e i sassi con le foglie.
Ieri, per esempio, Alex ha raccolto una foglia rossa, caduta vicinissimo a un sasso con una venatura rossastra, che si può confondere con la conchiglia che ha raccolto qualche giorno prima sul greto del torrente».

Alex, il protagonista di Una strana collezione, è un instancabile curioso, oltre che un meticoloso collezionista.
Un bambino che cerca per osservare e non per il gusto di conservare.
Il palcoscenico delle sue avventure è un bosco che sorge attorno ad un torrente, a metà strada fra la casa in cui abita e la scuola.
La sua quotidianità fatta di giochi e ricerche ambientate nella natura è incrinata un giorno da una voce che rimbalza in paese, a scuola come panetteria: proprio lì, al posto del suo boschetto preferito, qualcuno vorrebbe costruire un albergo, o un campo da golf, o chissà cos’altro.
Cosa ne sarà ora della sua collezione? E degli uccellini che popolano il bosco? Alex vive nel dubbio, elabora piani, interroga genitori e maestre fino a che un giorno incontra due signori con un orecchio acerbo, i quali lo aiuteranno a capire cosa sta davvero succedendo.

IMG_3182

Guido Quarzo, affermato protagonista del mondo della narrativa per l’infanzia, arrivato con questo libro alla settima pubblicazione nella collana “Le rane” della casa editrice novarese Interlinea, racconta una storia semplice ma sfaccettata, evitando la trappola della retorica e del moralismo. Quarzo accompagna per mano il lettore, sia bambino che adulto, suggerendo diversi spunti di riflessione affinché tragga personalmente le proprie conclusioni: riesce in questo modo a trattare questioni complesse come l’ecosostenibilità, le scienze museali e il valore della collettività in maniera chiara e mai didascalica, affidando il messaggio del libro alle parole dei protagonisti e non al narratore.
Completano e valorizzano le parole di Quarzo i brillanti disegni di Anna Laura Cantone, autrice di primo piano nel panorama internazionale dell’illustrazione dallo stile inconfondibile, caratterizzato spesso da buffe figure dai contorni decisi, a colorazione piatta, e fondali composti con la tecnica del collage.
Non fa eccezione questo libro, in cui personaggi simpatici sin dal primo impatto si muovono in un ambiente variopinto e materico, composto da ritagli di carte differenti.

Una strana collezione è stampato su carta ecologica Alga Carta delle cartiere Favini: un supporto che permette di risparmiare alberi e allo stesso tempo di riciclare rifiuti organici non smaltibili, come le alghe della Laguna di Venezia utilizzate per la lavorazione di questa particolare carta.

Una scelta dettata dalla necessità e dalla volontà di salvaguardare l’ambiente: «è un bel modo di cambiare le cose», per dirla con le parole di Alex che chiudono questo libro.

Se ti è piaciuto leggi anche:
Keri Smith, Come diventare un esploratore del mondo (Corraini Edizioni, 2013)
Bruno Munari, Da lontano era un’isola (Emme Edizioni, 1971)

 

 

Vai alla barra degli strumenti