Eventi,  News

Children’s Book Fair, il mondo dei libri per ragazzi a Bologna

di Diletta Rostellato
Anna Travagliati
Anna Guerrini
Flavio Mainetti

Bologna-Childrens-Book-FairUn crocevia d’editori, autori, illustratori, librai, traduttori e insegnanti. Giovedì 7 aprile si è chiusa “Bologna Children’s Book Fair”, la fiera che per quattro giorni ha riunito in un solo posto quasi l’intero mondo del libro per bambini e ragazzi. Un appuntamento imperdibile a cui noi del Master in editoria di Pavia non potevamo mancare. Dalla Francia a Taiwan, con un’immancabile tappa italiana, ecco qualche spunto su libri, editori e illustratori, tratto dal nostro viaggio tra le vetrine di colori e parole di tutto il mondo.

È l’immagine in bianco e nero di una Tour Eiffel sollevata dai palloncini ad attirare l’attenzione sullo stand della Hachette Jeunesse. Realizzate con una particolare tecnica di taglio a laser dall’illustratrice e designer di tessuti Hélène Druvert, le figure di Paris s’envole prendono forma grazie a un gioco di vuoti e pieni, di luci e ombre. La Tour Eiffel si annoia, dunque perché restare quando tutta Parigi è ai suoi piedi? E così partendo dall’Opera fino a Notre Dame, il monumento simbolo della Francia ci accompagna in una poetica passeggiata sopra Parigi per scoprirne i segreti con gli occhi dei bambini.

Continuando fra gGreban Peter Panli stand francesi sono da notare, poi, i lavori di due straordinari illustratori. Quentin Gréban, acquarellista pubblicato in Francia da Edition Mijade e portato in Italia da White Star, che si caratterizza per lo stile delicato con cui ha rappresentato diversi adattamenti di classici della letteratura come Peter Pan e le storie di Sinbad il marinaio. L’opera di Rebecca Dautremer, nome di punta di Gautier Languereau, è stata invece quasi interamente pubblicata in Italia da Rizzoli. A Bologna ha ricevuto molto spazio Yéti, ultimo lavoro prodotto insieme a Taï Marc Le Thanh e dato alle stampe in Francia a fine 2015.

Geniale, come talvolta lo sono nella loro semplicità solo i libri per bambini, Continuo a cambiare di Bob Gill e Alastair Reid, pubblicato già da qualche anno dall’editore Corraini in doppia lingua (italiano e inglese), attira comunque l’attenzione sullo stand della casa editrice dalla forte impronta artistica. «Quando inizio qualcosa vorrei fosse già finito. Quando finisco qualcosa vorrei avere appena iniziato», così si apre e si chiude il libro che per artrappresenta nella simpatica banalità di alcune situazioni quotidiane la relatività del punto di vista: è lo sguardo del bambino che cresce e cambia adattandosi in ogni occasione.

Se a dominare la scena sono i grandi editori con stand imponenti, i piccoli si fanno notare per i loro prodotti. È il caso, ad esempio, dell’Associazione culturale Tapirulan, nata a Cremona nel 2004, che da quasi dieci anni è anche casa editrice e pubblica libri di racconti illustrati, libri di poesia e di fotografie. La particolarità di questa piccola casa editrice consiste nel dare visibilità ai nuovi talenti artistici, realizzando così una vera sinergia tra editoria e arte. Ogni anno, infatti, organizza concorsi di illustrazione, fotografia e poesia, ma anche spettacoli e concerti. La libreria di via XX settembre a Cremona, inoltre, ospita mostre di illustratori.

costituzione per artUna tappa imperdibile per gli appassionati dell’illustrazione si è confermato il padiglione delle eccellenze italiane: toccanti i disegni di Sonia Maria Luce Possentini che danno vita a Noi, racconto di Elisa Mazzoli su un bambino strano, con un occhio troppo grande e nessun amico, pubblicato da Bacchilega Junior edizioni. Di scuola totalmente diversa, ma non di minor impatto, le colorate tavole di Andrea Rivola in Il cammino dei diritti, libro in filastrocca sulla storia dei diritti umani scritto da Janna Carioli, edito da Fatatrac. Restando in tema, è da segnalare La Costituzione è anche nostra, pubblicato da Sonda editore, dove i testi di Roberto Piumini e i disegni di Emanuele Luzzati spiegano i valori dell’Italia come democrazia, libertà, lavoro e pace ai bambini di tutto il mondo, con gli articoli tradotti in dodici lingue, tra cui l’arabo e il cinese.

È un punto segnato fuori casa quando nei settori internazionali si ritrovano artisti del nostro Paese. Un nome su tutti: nello spazio di Grimm Press (Taiwan) erano presenti libri illustrati dallo stile inconfondibile di Nicoletta Ceccoli, sanmarinese, celebre per le sue bambine eteree e inquietanti.

Se il libro è il biglietto per visitare tutti luoghi del mondo, la fiera di Bologna ha il vanto di portare in un solo luogo tutto il mondo del libro.

Fonti foto:
http://www.bolognachildrensbookfair.com/
Foto della redazione
Foto della redazione
http://robertopiumini.it/index.html?pg=10&cat=2&gene=4&id_book=390

Vai alla barra degli strumenti